Dal 1998...al 2008
Dal 1998...al 2008

NOVEMBRE 2008 (VareseNews)


Tra i 109 ristoranti varesini che hanno ottenuto il Marchio di Qualità
la Locanda Garibaldi di Induno Olona ha ricevuto un ulteriore riconoscimento:
è stata scelta, infatti, come finalista del Premio "Ospitalità Italiana" sulla base del numerodelle segnalazioni attribuite dagli stessi clienti.

ANNO2002 - La gola in tasca


Familiare, rustico,semplice,tradizionale, regionale.
Il locale alterna ricette delle varie regioni d'Italia (con esiti particolarmente
buoni per la Sicilia).Chiude due settimane in agosto. Primi: tagliatelle alla Barocco; pansotti in salsa di noci.Secondi: piccioncino ripieno di salsicce e funghi;
castrato al fórno; coniglio alla sanremese.Vàrie: torta di ricotta.
Davvero un "unicum" nella ristorazione italiana; all'insegna dell'ideale
garibaldino dell'unità italiana, Giuseppe Ingarao e la moglie Mirella propongono
ogni mese la cucina ed i vini di una diversa regione italiana. Bravi !

ESPRESSO 2001

 

Questa Locanda si può definire "unicum"nella ristorazione italiana, proprio nell'ideale garibaldino lo meno a tavola...infatti Giuseppe Ingarao e la moglie Mirella propongono ogni mese la cucina e i vini di una regione e, scegliendo fra antiche e nuove ricette. L'ultima volta , a noi è toccata la Liguria, seguendo un lungo e piacevole intinerario gastronomico, a 95.000 lire, comprendente focaccette al rosmarino, frittatine di carciofi e basilico, pansotti in salsa di noci con pesto di Albenga, calamari ripieni con un sughetto allo Schiac-chetrà e coniglio alla sanremese, concludendo in gloria, dopo una deliziosa torta di ricotta, con una speciale grappa di Pigato. Il tutto servito in un'atmosfera particolare, sempre condita di premurose attenzioni e grande simpatia.

ESPRESSO 2000

 

 Alla "Locanda Garibaldi"si rimane sempre coinvolti dalla simpatia atmosfera familiare, che prevede le kermesse culinarie ispirate ciclicamente alle cucine regionali d'Italia. Con una formula ormai collaudata da 18 anni: un mese a tavola con una regione e le sue specialità gastronomiche, selezionate con un'attenta ricerca documentaria. Ad esempio; nell'imbandire i "tesori" della cucina umbro-marchigiana il patron e la moglie sanno sempre rinnovarsi,proponendo piatti di antica tradizione come le tagliatelle alla Barrocco, il piccioncino ripieno di salsiccie e funghi o il succulento e morbidissimo castrato al forno. Le ricche degustazioni sono guidate dai suadenti  consigli del titolare, che alla fine, per gli amici si esibisce nel miglior repertorio di canzoni di Adamo (suo idolo)in un ambiente di grande suggestione. Con vini e musica spenderete sulle 90.000 lire. Da non perdere, a detta di tutti, il mese dedicato alla Sicilia. Anche in onore di Garibaldi.

ESPRESSO 1998

 

In questa locanda l'eroe dei due mondi ci ha trascorso solo qualche notte ma ha tramandato un messaggio alla "VIVA L'ITALIA"; ben recepito dal novello Giuseppe(Ingarao),che ha pensato bene di proporre ogni mese, le specialità tipiche di una nostra regione.Con un pacchetto-offerte  che si agira intorno alle 80.000 lire, tutto compreso.

A noi è capitata la Sicilia,con un ricco,carretto di assaggi,dalla caponatina di melenzane alla paste con le sarde dall' "A ghiot-ta"di pesce spada al gelato di fichi da accompagnare rigorosamente con una coppetta ghiacciata di zibibbo.

Il turn-over regionale inizia il dieci di ogni mese,con un menù che variano dalle Alpi fin quasi alle Piramidi.Quello che finora, non cambia, per fortuna è il prezzo.

Seguici su Facebook
Seguici su Facebook

Certificato di Eccellenza 2017